Il gioco nelle diverse età del bambino

Il gioco nelle diverse età del bambino

Nel mondo animale, il gioco è fondamentale per imparare a sopravvivere e a crescere nell'ambiente. Ritenuto indispensabile per apprendere delle abilità tipiche utili a progredire nel corso dello sviluppo del cucciolo. Questo è valido anche per l'uomo, dove a seconda dell'età del bambino, verranno proposti giochi diversi a seconda delle abilità da imparare, che varia di anno di anno.

Difatti durante il primo anno di vita, il gioco è di tipo esplorativo atto a incrementare le attività motorie. Verso la fine di questo periodo, solitamente il bambino
Giocosceglie un "giocattolo speciale" (definito di transizione), che rappresenta un ponte  tra l'oggetto esterno (la mamma) e quello interno (libidico) che si sta formando. Praticamente è una qualunque cosa in cui il bambino riveda la sua principale figura di riferimento. Secondo il pediatra e psicoanalista Winnicott, a tale oggetto è affidato  il delicato compito di aiutare il bambino ad attraversare la fase dello sviluppo dell’Io e della differenziazione della propria persona.

In questo periodo compare la capacità di compiere delle attività simboliche, come fingere di bere da una tazza vuota. Nel secondo e terzo anno di vita si scopre lo spazio, comincia a camminare, a correre, ad arrampicarsi. Attenzione a creare spazi protetti, onde evitare pericoli. Il bambino inizia a giocare con le materie plastiche e a colorare, pasticciare. Ama qualsiasi materia malleabile, gioca con acqua, terra, farina ecc.  Si sviluppa l'interesse nel cercare di accumulare quanti più giochi possibili. L'età massima per il gioco simbolico va dai quattro ai sei anni, dove il bambino è più maturo e curioso riguardo l'ambiente circostante e le sue attività. Ama esplorare, scoprire. Inizia la fase del "perché", dove cerca di soddisfare la sua curiosità. Inizia ad avere interesse per qualsiasi forma di immagine, cartoni, televisione, videogiochi ecc. Si sviluppa anche l'interesse ad interagire con i propri coetanei e a fare amicizia, iniziano a giocare a coppie o a squadre. Il gioco è fondamentale per lo sviluppo sociale, cognitivo, affettivo e per la formazione della personalità.

Bisogno di un consiglio? Telefona ora ai nostri numeri in "Contatti", saremo lieti di risponderti in tempo reale

Baby-sitting e Tata a Colleferro, Palestrina, Valmontone,Labico e Roma Sud

Scrivi ora a info@prontotata.it